Mantova

Mantova è un comune italiano di circa 50.000 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia in Lombardia.

Dal luglio 2008 la città d'arte lombarda con Sabbioneta, entrambe accomunate dall'eredità loro lasciata dai Gonzaga che ne hanno fatto tra i principali centri del Rinascimento italiano ed europeo, è stata accolta fra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

mantova mincio  mantova panorama

Tradizione vuole che la città sia stata fondata dagli Etruschi nel VI° secolo a.C. e che il suo nome derivi dalla divinità infernale chiamata Mantus.
Dell'età romana si hanno varie documentazioni letterarie e quelle delle Centuriazioni (Anche le terre di Virgilio furono assegnate a coloni romani - 41 a.C-).

Rarissimi cenni si hanno sulla città fino al X secolo. Venne conquistata da Alarico re dei Visigoti (401); probabilmente assoggettata da: Attila (452), Teodorico re degli Ostrogoti (489) e conquistata da Agilulfo re dei Longobardi (603).

Durante il periodo Comunale furono ulteriormente allargati i confini della città, sorsero chiese e palazzi, l'abitato si estese. Risalgono a questo periodo, il Palazzo del Podestà (1227) in Piazza Broletto, il Palazzo della Ragione (1250) e l'ampliamento della chiesa del Gradaro (1256). Disgregatosi il governo Comunale, assunse il potere la Famiglia Bonacolsi (1272). Fecero costruire il Palazzo dei Capitani sul lato destro del Duomo, la Domus Magna, una serie di edifici merlati con la celebre Torre, successivamente chiamata della " Gabbia", che caratterizzano oggi Piazza Sordello nel lato sinistro; la chiesa di S. Francesco (1303-4), (ricostruita dopo i gravi danni subiti da un bombardamento nel 1945). Nell'agosto del 1328 con l'aiuto del Signore di Verona Cangrande della Scala, Luigi Gonzaga prese il potere.

Altre informazioni su http://www.cittadimantova.it/

Architetture religiose

Cattedrale di San Pietro (Duomo) mantova duomo

Dedicato a San Pietro, l'attuale Duomo in stile romanico con aggiunte gotiche, fu costruito tra il 1395 e il 1401 dopo che un incendio, secoli prima, aveva distrutto un precedente tempio paleocristiano. Fu ristrutturato nel 1545 da Giulio Romano, che lasciò intatta la facciata ma modificò le forme, ispirandosi alle basiliche paleocristiane. L'attuale facciata, in marmo di Carrara, risale al 1761. Il fianco presenta inserti gotici come rosoni, cuspidi e pinnacoli, resti dell'antica facciata. All'interno si può ammirare il soffitto a cassettoni che sovrasta le tre navate: la principale è ornata di statue di sibille e profeti risalenti al Cinquecento. Sotto l'altare maggiore è conservato il corpo incorrotto di Sant'Anselmo da Baggio patrono della città. La Cattedrale, ubicata nella monumentale piazza Sordello, è la sede vescovile di Mantova.

Basilica di Sant'Andrea

mantova santandreaProgettata da Leon Battista Alberti, la Basilica di Sant'Andrea fu edificata a partire dal 1472 e conclusa 328 anni dopo con la costruzione della cupola su disegni di Filippo Juvarra. Nella cripta è custodita all'interno dei Sacri Vasi la reliquia del Preziosissimo Sangue di Cristo portato a Mantova dal centurione romano Longino. In una delle cappelle è conservato il monumento funebre di Andrea Mantegna, sovrastato dall'effigie in bronzo del pittore della corte dei Gonzaga.